Pubblicazioni

Il Catasto onciario di Pretoro 1745

  • 13 Aprile 2012

I dati dell’Onciario riportati nel volume sono in grado di fornire indicazioni preziose sulle condizioni socio-economiche di Pretoro in particolare negli anni a partire dal 1745, periodo in cui gli effetti delle riforme di Carlo Borbone non si avvertono ancora e si registra la crescita della popolazione nei paesi del versante settentrionale della Majella. Una testimonianza quindi di grande interesse e valore storicoculturale che mostra una terra con una connotazione sia artigianale, dato l’elevato grado di sviluppo nella lavorazione del legno di faggio, sia agro-pastorale, mediante un armonioso sfruttamento dell’invidiabile posizione territoriale pedemontana.

Indice del volume
Presentazione del sindaco Nicola D’Innocenzo;
Premessa di Giuliano Davide Di Menna;
Pretoro: Catasto Onciario e identità territoriale di Giuliano Davide Di Menna;
Note per la letteratura storico-geografica di Pretoro di Giuliano Davide Di Menna;
L’ambiente naturale di Pretoro di Angela Natale e Mario Pellegrini;
Pretoro, 1745: aspetti di vita quotidiana di Rosalba Silvia Scirè e Rocco Di Ciero;
Il Catasto Onciario di questa Terra di Pretoro 1745, trascrizione del documento conservato nell’Archivio di Stato di Napoli;
L’uso didattico dei documenti del territorio: il Catasto Onciario di Floriana Cesinaro.